Si avvia il nuovo palinsesto di Radio Vaticana Italia :: Portale Italradio Mobile

LC, 03 Set 2017 - 10:14 (Ultima modifica: 19 Set 2017) | Comincia a prendere forma il nuovo palinsesto di Radio Vaticana Italia. Dal 4 settembre - come attesta il sito dell'emittente - spariscono i notiziari in inglese e francese e si amplia la fascia informativa del mattino in italiano. Cancellate già in agosto le onde corte dall'Angelus domenicale. Sembra rimanere l'onda corta del notiziario delle 8. E sempre lunedì 4 sarà diffuso un nuovo studio, questa volta del Centro X.lte Luiss, sui "nuovi modelli di comunicazione integrata cui la Santa Sede è protesa".
Ancora una volta senza annunci ufficiali, abbiamo dovuto desumere dalla lettura della programmazione pubblicata sul sito internet della Radio Vaticana, un nuovo cambiamento nel canale italiano, diffuso in FM a Roma e via DAB+ e digitale terrestre (la radio attraverso la tv) in gran parte d'Italia. In silenzio, durante il mese d'agosto, sono intanto sparite, come alcuni nostri lettori avevano già notato, le onde corte dall'Angelus domenicale, il più importante e seguito messaggio settimanale del Papa. Altrettanto senza onde corte sarà l'intero viaggio del Santo Padre in Colombia dal 6 all'11 settembre.
Dal programma finora rintracciabile sembra che il notiziario italiano delle 8 (06.00 UTC) mantenga l'onda corta di 15595 kHz sulla quale verrà diffuso dalle 08.09 il programma e il notiziario in francese per l'Africa.
L'unico programma liturgico che sembra seguire in onde corte è il Rosario delle 20.40 (18.40 UTC) diffuso per l'Africa su 7360, 9670 e 9850 kHz.
Le schede possono essere esaminate su: http://it.radiovaticana.va/epg-web#!/?cid=167#3
Su Radio Vaticana Italia viene anticipata alle 8.10 la rassegna stampa che farà seguito al notiziario delle 8 mentre altri piccoli spazi informativi saranno diffusi alle 10, 12 e 14. Dopo le due del pomeriggio non smebrano più esserci notiziari in italiano se si esclude il lungo magazine "Al di là della notizia" delle 19 (50 minuti).
Intanto, sempre lunedì 4, all'Università Luiss “Guido Carli” di Roma, verrà presentato - annuncia l'Agenzia SIR - dal Centro di ricerca X.Ite dell’ateneo uno studio elaborato per la Segreteria della comunicazione della Santa Sede, per ripensare e rilanciare i media vaticani verso un nuovo orizzonte comunicativo. Il centro X.Ite Luiss, scrive la SIR, in partnership con la Segreteria per la comunicazione, ha sviluppato un progetto di ricerca “trasformativa”, volto a sostenere la trasformazione e l’adozione dei nuovi modelli di comunicazione integrata verso cui la Santa Sede è protesa. A concludere l’incontro sarà il prefetto della Segreteria per la comunicazione, mons. D.E. Viganò.
Cfr.: https://agensir.it/quotidiano/2017/8/29/media-vaticani-il-4-settembre-alla-luiss-i-risultati-di-uno-studio-del-centro-di-ricerca-x-ite-per-la-segreteria-per-la-comunicazione/
Esperti sempre in primo piano, gli ascoltatori (forse) sullo sfondo.

Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.