Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

Il ricordo di Marconi il 26 settembre a Salvan

Di LC, 19 Ago 2008 - 22:16 (Ultima modifica: 05 Nov 2014)

Storia e rievocazioni

Il 26 settembre, a Salvan, Vallese, Svizzera, l'UIT (Unione internazionale delle Telecomunicazioni) attribuirà al luogo marconiano il titolo di patrimonio mondiale delle telecomunicazioni, avendo accolto Guglielmo Marconi in alcune prove di telegrafia senza fili avvenute poco dopo l'invenzione a Villa Griffone di Pontecchio, Bologna.

Si annuncia la presenza dell'ambasciatore italiano in Svizzera e dei vertici dell'UIT e della Confederazione insieme con la figlia dell'inventore Elettra Marconi.

Sulla vicenda della presunta visita di Guglielmo Marconi nella cittadina svizzera di Salvan e sugli esperimenti che vi avrebbe condotto, la Fondazione Marconi di Pontecchio sta preparando un dossier accurato che documenta anche gli atti che al riguardo ha già assunto.
Sono stati espressi dubbi sulla presenza, documentata a quanto sembra da una sola intervista alla radio romanda concessa quarant'anni fa dall'unico testimone, al quale però non sono mancati nel frattempo riconoscimenti che rendono la questione di più complessa valutazione.

Per maggiori informazioni sulla manifestazione del 26 settembre si veda

http://www.hb9y.ch/publi/Salvan_ITU_Heritage_E.pdf


Vi è anche esposta una cronologia che il presidente della fondazione locale intitolata a Marconi, Yves Fournier (nominato cavaliere della Repubblica italiana dal presidente C.A. Ciampi nel 2004) ribadisce in una lettera al prof. Falciasecca, presidente della Fondazione Marconi di Pontecchio e cioè che mai da parte vallesana si è inteso accreditare gli esperimenti di Salvan come anteriori a quelli di Pontecchio, nella cui Villa Griffone è stata inventata la radio ma dal cui sito Internet - espone una copiosa documentazione - si segnalano tutti i dubbi e le cautele sulla questione.

Intanto l'UIT conferirà il titolo e si annuncia la presenza di importanti ospiti, già in passato presenti a Salvan, quando nel 1996, centenario della radio, anche l'allora presidente della fondazione di Pontecchio, prof. Corazza, recava sul posto una targa commemorativa.

Sulla vicenda della presunta visita di Guglielmo Marconi nella cittadina

svizzera di Salvan e sugli esperimenti che vi avrebbe condotto, la

Fondazione Guglielmo Marconi di Pontecchio sta preparando un dossier accurato che documenta anche gli atti che al riguardo ha già assunto. Il dossier sarà al più presto presente sul sito www.fgm.it.

In un commento del presidente prof. Gabriele Falciasecca già disponibile su tale sito, si legge: "La sconcertante vicenda ci spinge comunque ad accelerare le iniziative già avviate perché Villa Griffone venga riconosciuta come luogo Milestone delle telecomunicazioni. Per comprendere quando la cosa è cominciata e la confusione che regna sulla vicenda anticipo questo stralcio di un giornale mantovano del 1976 che mostra come la placca originariamente posta

datava, per la visita di Marconi il 1896, anno successivo a quello degli storici

esperimenti di Telegrafia senza fili svolti da Marconi a Villa Griffone e in

seguito ai quali decise di trasferirsi a Londra per sviluppare la propria

invenzione."



Una data storica da verificare, la grande capacità svizzera di valorizzare un indizio marconiano, un coordinamento a livello nazionale (col presidente della Confederazione atteso a Salvan il 26 settembre) conferiscono all'episodio di Salvan un ruolo di storia esemplare riguardo ai siti marconiani in Italia, dove solo pochi mesi fa, luglio 2007, nel progetto di documento di programmazione economica del governo (Dpef) allora presieduto dall'emilaino prof. R. Prodi, l'articolo 82 prevedeva tra gli enti inutili da sopprimere o raggruppare ad altri anche la Fondazione Marconi, salvatasi dopo un difficile periodo a seguito del clamore suscitato e grazie al decisivo intervento dei parlamentari bolognesi di entrambi gli schieramenti, capeggiati dal Senatore Walter Vitali.
1738 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Nessun commento

Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
RAI (Radio 3)
Rete Rossa:
Radio Cina Internazionale
Rete Azzurra:
CHIN 97.9
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Notiziario Italradio 19 novembre 2017
Generale soddisfazione per il Forum Italradio; dall'EBU una campagna a favore dei servizi pubblici; giornata digitale in Svizzera; le comunicazioni militari francesi in un francobollo.

2017-11-12_notiziario_20171112
Il premio italradio 2017 assegnato alla memoria di Ezio Mognaschi; il tricolore della Radio assegnato a Piernando Binaghi; nuovi dati sugli ascolti della radio in Italia; busta postale russa per il 50° anniversario di Ostankino.

Notiziario Italradio 5 novembre 2017
Il programma del XIV Forum Italradio; polemiche sulla nuova codifica per la TV digitale; modificati i parametri della trasmissione satellitare di TV Capodistria; emissioni filateliche per il 50.o anniversario di Ostankino.

Notiziario Italradio 29/10/1017
A Roma un incontro di omaggio alla radio; manutenzione in corso sul trasmettitore di Croce Bianca; Radio Romania Internazionale inaugura un programma in ebraico; la radio nella prima guerra mondiale in un francobollo belga.

On line

1 utente registrato e 70 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.