Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

Fine delle interferenze TV tra Italia e Paesi vicini

Di LC, 03 Dic 2016 - 09:42

Rassegna stampa

Soddisfazione dell'Unione Internazionale delle Comunicazioni (ITU) per il completamento dello spegnimento di 61 frequenze televisive italiane interferenti con servizi dei Paesi confinanti. In due comunicati il Ministero dello Sviluppo economico a Roma e l'autorità internazionale a Ginevra hanno espresso soddisfazione per il raggiungimento dell'obiettivo cui mancano solo alcuni spegnimenti nelle Marche sospesi a causa del terremoto.
Con chiarezza il sottosegretario Giacomelli ha sottolineato il "ritorno nella legalità internazionale" dopo decenni, ricevendo i complimenti di Houlin Zhao, segretario generale dell'ITU. I problemi con Francia, Malta e Svizzera erano stati risolti, informa il Ministero, nella prima metà del 2016 mentre le frequenze interferenti con Croazia e Slovenia sono state spente tra l’inizio e la fine di novembre. Nel complesso le frequenze spente sono state 61: 12 in Puglia, 10 in Abruzzo e Molise, 9 in Friuli-Venezia Giulia, 8 in Veneto, 5 in Emilia, 4 in Sicilia, 2 in Liguria e Toscana e 1 in Lombardia.
Contemporaneamente sono state messe a disposizione 26 frequenze coordinate in Piemonte, Lombardia, Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Toscana e Sardegna, 18 delle quali sono state effettivamente assegnate in base alle richieste dei fornitori di servizi media audiovisivi.
Solo nelle Marche l’operazione è stata temporaneamente sospesa a causa del terremoto.
François Rancy, direttore dell'Ufficio radiocomunicazioni dell'ITU, Premio Italradio 2014, ha ringraziato i dirigenti italiani Eva Spina (Direttore generale della pianificazione dello spettro radio al Ministero) e Angelo Marcello Cardani (Presidente AGCOM) per il "loro contributo a portare le trasmissioni televisive italiane alla conformità internazionale" migliorando così la diffusione tv in Europa.
I comunicati:
Roma -http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/per-i-media/comunicati-stampa/2035613-mise-completato-lo-switch-off-delle-frequenze-interferenti
Ginevra - http://www.itu.int/en/mediacentre/Pages/2016-PR58.aspx
589 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Nessun commento

Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
Radio Tirana
Rete Rossa:
Radio Tirana
Rete Azzurra:
Radio Cina Internazionale
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Notiziario Italradio 28 maggio 2017
La Radio Argentina in italiano ancora assente dalle onde corte; la radio e' il mezzo che riscuote maggior fiducia, secondo l'UER; in crescita il numero di radio che trasmettono sul DTT; confermato il francobollo italiano su Carosello.

Notiziario Italradio 21 maggio 2017
Cordoglio per la scomparsa di Guglielmo Moretti; il programma italiano della RAE di nuovo su onde corte; si e' svolta l'assemblea internazionale dell'UER; i Big Data sono stati il tema della giornata mondiale delle telecomunicazioni e della societa' dell'informazione.

Notiziario Italradio 14 maggio 2017
Sono in corso i Marconi Radio Days; si e' svolta l’assemblea del consorzio DRM; in Messico gli smartphone dovranno abilitare il ricevitore FM; chiusa Kol Israel, nasce Kan.

Notiziario Italradio 7 maggio 2017
Il Papa celebra il secondo anniversario della SPC; un commento di Italradio al messaggio del Papa; chiesto il potenziamento di Rai Italia; busta postale russa per la giornata della radio.

On line

1 utente registrato e 62 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.