Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

Un canale tv RAI per l'estero, novità nei programmi minoritari

Di LC, 14 Gen 2017 - 16:14 (Ultima modifica: 14 Gen 2017)

Altri gruppi

Riprende il cammino del progetto di un nuovo canale bilingue di informazione e cultura destinato all'estero. Lo annuncia il CdA della RAI che ha discusso un più ampio progetto per l'informazione che il servizio pubblico presenterà alla commissione parlamentare di vigilanza e all'interno dell'azienda. Pubblicata la convenzione per le trasmissioni minoritarie in Val d'Aosta e Friuli Venezia Giulia, affidate ora alla consociata Rai Com SpA.
Italiano e non solo inglese, saranno le lingue del canale informativo per l'estero che la Rai lancerà prossimamente. Lo scrive nell'edizione del 12 gennaio 2017 il quotidiano "Il Sole 24 Ore" commentando il Consiglio di amministrazione della Rai tenutosi il giorno prima.
Nel comunicato diffuso dalla Rai il Consiglio avrebbe considerato fondamentale "la ricognizione dei flussi di lavoro, l'implementazione di nuove modalità operative e la creazione di nuove figure professionali finalizzate al progetto" di riorganizzazione dell'informazione che nei giorni precedenti era stato al centro di molte differenze di opinione culminate con alcune dimissioni. Ma, scrive la Rai, è in questo contesto che "nascerà anche un nuovo canale di informazione e cultura destinato alla proiezione del nostro Paese nel mondo".
Nel frattemo la Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (13 gennaio 2017) ha pubblicato il testo del decreto che autorizza la convenzione tra la Rai e lo Stato per l'impegno di circa 5 milioni per le trasmissioni minoritarie in Val d'Aosta e Friuli Venezia Giulia affidate alla consociata Rai Com ma evidentemente prodotte nelle sedi regionali.
Rai Com, per conto di RAI, si impegna alla produzione e diffusione delle trasmissioni radiofoniche e televisive in friulano, italiano ed in lingua slovena, nella Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, nella misura di 2195 ore di trasmissioni radiofoniche in lingua slovena; 58 ore di trasmissioni radiofoniche in friulano; 780 ore di trasmissioni radiofoniche in italiano e 102 ore di trasmissioni televisive in lingua slovena.
La stessa consociata si impegna alla produzione e diffusione delle trasmissioni radiofoniche e televisive in lingua francese per la Regione Autonoma Valle d'Aosta, nella misura di 60 ore di trasmissioni radiofoniche in lingua francese e di 40 ore di trasmissioni televisive.
Le trasmissioni, dice la convenzione, "devono comprendere servizi giornalistici e programmi di contenuto informativo, artistico e culturale aderente alle particolari esigenze delle zone interessate". Non sfuggirà il ruolo di Rai Com che dal 2014 è stata costituita dal ramo d'azienda della
RAI denominato «Area Commerciale» con lo scopo che la consociata agisca "in qualità di mandataria esclusiva senza rappresentanza della RAI nella definizione, stipula e gestione
di contratti quadro e/o convenzioni con enti ed istituzioni, centrali e locali, nazionali ed internazionali, pubblici e privati, aventi ad oggetto la realizzazione di iniziative di comunicazione istituzionale
ovvero altre forme di collaborazione di natura varia, ivi inclusi i contratti quadro e/o convenzioni derivanti da obblighi e/o impegni previsti nel contratto di servizio tra la RAI ed il Ministero dello
sviluppo economico".
530 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Nessun commento

Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
Radio Vaticana (Radiogiornale della sera)
Rete Rossa:
Radio Italia Charleroi
Rete Azzurra:
RAI (Isoradio)
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Notiziario Italradio 25 giugno 2017
Radio italiana in lutto per la morte di Simonetta Zauli; nuova tabella di marcia per la riforma dei media vaticani; Gianluca Comin: la radio può sostituire tutte le app; programmazione estiva di ItalWebRadio.

Notiziario Italradio 18 giugno 2018
Piu' deboli i segnali DAB dalla Svizzera; un commento di Italradio sulle nuove reti digitali di Radio Rai; Bosnia Erzegovina, servizio pubblico sempre a rischio; una busta postale russa per la fiera internazionale delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Notiziario Italradio 11 giugno 2016
Le reti digitali di RadioRai si rinnovano; a rischio le reti tematiche della radio svizzera; timido ritorno delle notizie in inglese su Radio1; un francobollo per l'autorita' delle telecomunicazioni indiana.

Notiziario Italradio 4 giugno 2017
E' stato pubblicato lo studio del prof. Giannetti su Coltano; confermata la presenza di Radio Vaticana Italia sul DTT italiano; cordoglio per la scomparsa di Anna Maria Gambineri; gli anni '70 e la televisione italiana in mostra a Milano.

On line

0 utenti registrati e 62 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.