Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

La radio di Firenze compie 85 anni

Di LC, 16 Apr 2017 - 21:15 (Ultima modifica: 16 Apr 2017)

Rassegna stampa

Come scrive sul quotidiano "La Nazione" (16 aprile 2017) Pier Francesco Listri, la stazione radio di Firenze dell'allora EIAR fu inaugurata il 21 aprile 1932. Da quella prima antenna d'onda media, che per 70 anni ha caratterizzato il panorama fiorentino, la radio di Firenze fu protagonista del rinnovamento della radiofonia italiana del secondo dopoguerra fino all'attuale sede RAI che, anche nella toponomastica, rinnova con una via intestata a Ettore Bernabei i propri riferimenti storici.
La sede fiorentina della RAI, localizzata in centro a due passi dal Duomo, fu la prima a portare in onda un quiz a premi (Botta e risposta, lanciato già alla fine del 1944) ma anche la casa dei grandi sceneggiati radiofonici degli anni 60-70 e delle trasmissioni de "L'Approdo", programma culturale di grande impatto per molto tempo. Listri, su "La Nazione", ricorda anche i programmi locali, oggi ridotti ai soli GR regionali, che fino agli anni 80 furono una palestra di numerosi autori radiofonici.
Ci sia permesso di segnalare che il (probabilmente unico) programma di radioascolto ("Jingle") mai diffuso dalla Rai fu realizzato proprio a Firenze dal futuro promotore di Italradio Luigi Cobisi nell'estate del 1980.
In prossimità dell'anniversario una parte di largo Alcide De Gasperi, dove si trova la sede RAI, sarà dedicata al fiorentino Ettore Bernabei (1921-2016, storico direttore generale RAI dal 1961 al 1974).
L'area che sarà intitolata a Ettore Bernabei è quella che inizia da Largo Alcide De Gasperi e termina all'altezza del vialetto intitolato a Amerigo Gomez, protagonista della radio (fiorentina e nazionale) nell'immediato dopoguerra. A lui si devono le coraggiose registrazioni audio del passaggio della guerra a Firenze nell'agosto 1944 che dettero origine all'omonimo documentario realizzato con Victor De Santis, una delle testimonianze più importanti lasciate dalla radio italiana della tragedia bellica.
316 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Ultime notizie riguardanti Attualità & Rassegna stampa & Primo piano

Nessun commento

Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
RAI (Radio 3)
Rete Rossa:
RAI (FD 5)
Rete Azzurra:
RAI (Isoradio)
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Notiziario Italradio 18 giugno 2018
Piu' deboli i segnali DAB dalla Svizzera; un commento di Italradio sulle nuove reti digitali di Radio Rai; Bosnia Erzegovina, servizio pubblico sempre a rischio; una busta postale russa per la fiera internazionale delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

Notiziario Italradio 11 giugno 2016
Le reti digitali di RadioRai si rinnovano; a rischio le reti tematiche della radio svizzera; timido ritorno delle notizie in inglese su Radio1; un francobollo per l'autorita' delle telecomunicazioni indiana.

Notiziario Italradio 4 giugno 2017
E' stato pubblicato lo studio del prof. Giannetti su Coltano; confermata la presenza di Radio Vaticana Italia sul DTT italiano; cordoglio per la scomparsa di Anna Maria Gambineri; gli anni '70 e la televisione italiana in mostra a Milano.

Notiziario Italradio 28 maggio 2017
La Radio Argentina in italiano ancora assente dalle onde corte; la radio e' il mezzo che riscuote maggior fiducia, secondo l'UER; in crescita il numero di radio che trasmettono sul DTT; confermato il francobollo italiano su Carosello.

On line

0 utenti registrati e 78 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.