Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

La radio di Firenze compie 85 anni

Di LC, 16 Apr 2017 - 21:15 (Ultima modifica: 16 Apr 2017)

Rassegna stampa

Come scrive sul quotidiano "La Nazione" (16 aprile 2017) Pier Francesco Listri, la stazione radio di Firenze dell'allora EIAR fu inaugurata il 21 aprile 1932. Da quella prima antenna d'onda media, che per 70 anni ha caratterizzato il panorama fiorentino, la radio di Firenze fu protagonista del rinnovamento della radiofonia italiana del secondo dopoguerra fino all'attuale sede RAI che, anche nella toponomastica, rinnova con una via intestata a Ettore Bernabei i propri riferimenti storici.
La sede fiorentina della RAI, localizzata in centro a due passi dal Duomo, fu la prima a portare in onda un quiz a premi (Botta e risposta, lanciato già alla fine del 1944) ma anche la casa dei grandi sceneggiati radiofonici degli anni 60-70 e delle trasmissioni de "L'Approdo", programma culturale di grande impatto per molto tempo. Listri, su "La Nazione", ricorda anche i programmi locali, oggi ridotti ai soli GR regionali, che fino agli anni 80 furono una palestra di numerosi autori radiofonici.
Ci sia permesso di segnalare che il (probabilmente unico) programma di radioascolto ("Jingle") mai diffuso dalla Rai fu realizzato proprio a Firenze dal futuro promotore di Italradio Luigi Cobisi nell'estate del 1980.
In prossimità dell'anniversario una parte di largo Alcide De Gasperi, dove si trova la sede RAI, sarà dedicata al fiorentino Ettore Bernabei (1921-2016, storico direttore generale RAI dal 1961 al 1974).
L'area che sarà intitolata a Ettore Bernabei è quella che inizia da Largo Alcide De Gasperi e termina all'altezza del vialetto intitolato a Amerigo Gomez, protagonista della radio (fiorentina e nazionale) nell'immediato dopoguerra. A lui si devono le coraggiose registrazioni audio del passaggio della guerra a Firenze nell'agosto 1944 che dettero origine all'omonimo documentario realizzato con Victor De Santis, una delle testimonianze più importanti lasciate dalla radio italiana della tragedia bellica.
1108 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Ultime notizie riguardanti Attualità & Rassegna stampa & Primo piano

Nessun commento

Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
Radio Capodistria
Rete Rossa:
RAI (Radio Classica)
Rete Azzurra:
RAI (Isoradio)
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Attualita' 12 agosto 2018
Leggiamo insieme altri brani dell'introduzione del saggio "La radio tra convergenza e multimedialità - Riflessioni contro il pensiero radiophonically correct".

Attualita' 5 agosto 2018
Leggiamo insieme qualche brano dell'introduzione dal libro "La radio tra convergenza e multimedialità' - Riflessioni contro il pensiero radiophonically correct" (1.a parte)

Attualita' 29 luglio 2018
I dati di ascolto radio italiani del primo semestre 2018 diffusi dal TER mostrerebbero un calo di ascolti nel giorno medio di un milione di utenti. Esaminiamo i dati di Radio Vaticana Italia rispetto a quelli di alcune emittenti diocesane e del Circuito InBlu.

Notiziario Italradio 22 luglio 2018
Le onde corte vaticane resteranno per i Paesi che ne hanno bisogno; nuovi problemi sulle onde medie italofone; successo per i test in DRM+ nel Sudafrica; i radioamatori indonesiani ricordati da una serie di francobolli.

On line

1 utente registrato e 90 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.