Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

Riforma media vaticani tra portale unico e canale radio italiano

Di LC, 24 Giu 2017 - 09:52 (Ultima modifica: 25 Giu 2017)

Rassegna stampa

Intervenendo al IV Meeting di Grottammare (Ascoli Piceno) Mons. Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione, ha spiegato gli obiettivi immediati della riforma dei media vaticani, posponendo alla fine dell'anno il varo del nuovo portale multimediale, per il quale sono confermate le sei lingue che ne comporranno la versione iniziale, e annunciando a sorpresa il rinnovo del palinsesto di Radio Vaticana Italia.
Mons. Viganò ha parlato di "un processo di integrazione che è in corso, durante il quale teniamo conto della variabile dell’errore ma che punta a compiere nuovi passi decisivi nei prossimi mesi, con il varo del nuovo portale vaticano multimediale, inizialmente in sei lingue, e prima ancora con la presentazione a settembre del nuovo palinsesto del canale Radio Vaticana Italia”.
Pare quindi che la rimodellazione del palinsesto di Radio Vaticana Italia (DAB e Digitale terrestre in quasi tutta Italia) arrivi prima del varo del portale multimediale che sembrava fosse prevista già questa estate.
Centralità dell'italiano?
In un'intervista con la stessa Radio Vaticana Mons. Viganò ha spiegato che la riforma dei media vaticani, con l’obiettivo di trasformare i singoli comparti mediali della Santa Sede in un nuovo sistema comunicativo, continua a concentrarsi sul grande portale unico multimediale che verrà varato entro l’anno, più tardi dunque di quanto si attendeva. D'altra parte Mons. Viganò ha ribadito trattarsi di un accorpamento graduale "che impedisca il prevalere delle individualità e favorisca la cooperazione (per) conciliare rigore economico e urgenza apostolica" tenendo conto delle richieste degli utenti e della valorizzazione del personale.
587 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Commenti

Aggiungi un nuovo commento
  1. Accorpamento graduale...
    "che impedisca il prevalere delle individualità e favorisca la cooperazione, conciliare rigore economico e urgenza apostolica tenendo conto delle richieste degli utenti e della valorizzazione del personale", dice mons. Viganò.
    Bene.
    Ma in concreto, che cosa significa?
  2. ...Avanti adagio quasi indietro
    Per Italo: secondo me significa che non sanno cosa fare. Mi sbaglierò ma il progetto sembra essersi nel complesso indebolito.
  3. Radio VATICANA
    Personalmente, da quanto detto da Viganò, si evince che qualche problema sembra esserci. Il DAB è ancora incerto e in Campania solo adesso si stanno pianificando le frequenze e solo per 3 provincie su 5 e il fatto di veicolare l' audio radio sul DTT di PERSIDERA obbliga la fruizione dal TV di casa. Viganò prima di smantellare le torri OM in modo repentino togliendo un servizio di fruibilità certa poteva semplicemente spegnerlo e aspettare i risultati prima di decommissionati definitivamente. Ma allo stato dei fatti sembra imbarazzante per il Vaticano, la radio per "tutti" aver scelto la via del WEB come canale comunicativo predominante, mentre altre emittenti ( TWR, AWR, e altre emittenti oltreoceano) continuano a usare le vecchie tecnologie. Forse è un attimo per riflettere che per smantellare il vecchio non ci vuole molto, ma tornare indietro non è facile. Forse il Vaticano sarà l' unica emittente che in nome della tecnologia innovativa rischia di ridimensionare la sua esistenza solo al livello dei paesi tecnologici con la speranza che gli accessi al WEB confermino questa sua scelta.
Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
Radio Capodistria
Rete Rossa:
I.R.R.S. (La Buona Novella)
Rete Azzurra:
RAI (Isoradio)
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Notiziario Italradio 19 novembre 2017
Generale soddisfazione per il Forum Italradio; dall'EBU una campagna a favore dei servizi pubblici; giornata digitale in Svizzera; le comunicazioni militari francesi in un francobollo.

2017-11-12_notiziario_20171112
Il premio italradio 2017 assegnato alla memoria di Ezio Mognaschi; il tricolore della Radio assegnato a Piernando Binaghi; nuovi dati sugli ascolti della radio in Italia; busta postale russa per il 50° anniversario di Ostankino.

Notiziario Italradio 5 novembre 2017
Il programma del XIV Forum Italradio; polemiche sulla nuova codifica per la TV digitale; modificati i parametri della trasmissione satellitare di TV Capodistria; emissioni filateliche per il 50.o anniversario di Ostankino.

Notiziario Italradio 29/10/1017
A Roma un incontro di omaggio alla radio; manutenzione in corso sul trasmettitore di Croce Bianca; Radio Romania Internazionale inaugura un programma in ebraico; la radio nella prima guerra mondiale in un francobollo belga.

On line

0 utenti registrati e 84 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.