Programmi: Radio Rai: quant'è difficile sentire le partite dall'estero

Di LC, 27 Ago 2017 - 22:02

Trasmissioni [1]

Streaming di Radio 1 che annuncia "Tutto il calcio minuto per minuto" ma manda musica leggera, onde medie che passano senza annunci all'audiodescrizione, Milano 900 kHz che invece manda le partite. Non c'è che dire: ascoltare la radio italiana dall'estero, come ci confermano ascoltatori in Europa, è un esercizio complicato salvo non ci si rivolga alle radio private.
La sera della seconda giornata di campionato di serie A, 27 agosto 2017, lo streaming annuncia "Tutto il calcio minuto per minuto" ma manda in onda musica e il jingle di Radio 1. Niente partite? No, basta affidarsi alle ottime onde medie, quelle ancora in servizio, tanto utili a chi viaggia in Europa. Su 657 kHz (Pisa Coltano) ci riferiscono ascoltatori in Francia, il "Calcio minuto per minuto" c'è. Ottimo segnale fino alle 21.28 quando una voce comincia a ripetere di cercare l'audio in italiano delle audiodescrizioni senza dire una parola sul passaggio dal calcio all'audio di "A un passo dal cielo". Il grande Terence Hill sempre meglio del patema d'animo della partita finché un'idea: si sentono altre frequenze Rai ? Gli ascoltatori cambiano su 900 kHz (Milano Siziano) e - miracolo - c'è il "Calcio minuto per minuto".
Insomma una confusione totale tra programmi che partono senza spiegazioni e altri che proseguono. Intanto lo streaming non è in grado neanche di raggiungere gli italiani in Europa con le partite e nemmeno con "A un passo dal cielo" perché lo streaming di Rai 1 (TV) segnala che può essere diffuso solo in Italia.
Abbiamo chiesto agli ascoltatori in Francia se riuscivano a sentire le cronache delle partite di serie A da alcune radio locali italiane in streaming: nuova sorpresa, trasmettono tutto in diretta.
Fantastico, no?

Ultime notizie riguardanti Programmi & Trasmissioni

Commenti

Aggiungi un nuovo commento [7]
  1. Radio Rai: quant'è difficile sentire le partite dall'estero
    Sono ormai 10 anni che la Rai non trasmette più in onde corte. Le medie non sempre arrivano bene e con internet è impossibile per motivi (credo) di diritti. Purtroppo siamo lasciati al nostro destino. Io che portavo con me sempre il mio ricevitore portatile multibanda, ormai lo lascio a casa quando vado in Europa.
    Ma questo, è progresso?
Aggiungi un nuovo commento
Links
  1. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=view&prop=Topic&cat=10023
  2. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=display&sid=3966
  3. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=display&sid=3965
  4. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=display&sid=3961
  5. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=display&sid=3960
  6. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=display&sid=3957
  7. http://portale.italradio.org/#commentform_News_3950