Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

L'Elettra e le sue sorelle: a Pisa Marconi protagonista del mare

Di LC, 01 Set 2017 - 11:45 (Ultima modifica: 01 Set 2017)

Storia e rievocazioni

La storia dello yacht Elettra, la dannunziana nave dei miracoli, sarà al centro dell'intervento del prof. Filippo Giannetti a Pisa (2 settembre) nell'ambito della manifestazione "Conoscere il mare" organizzata dalla locale Lega Navale nel 120° anniversario della fondazione. Dai cantieri inglesi che la produssero per l'arciduca Carlo Stefano fino alla distruzione post-bellica ma soprattutto al scoperta di altre 4 navi simili. Nessuna sopravvissuta.
Il 2 settembre, alla Darsena della Capitaneria (Marina di Pisa) alle 16:30, incontro nell’area della tensostruttura sul tema “Marconi, un’eccellenza italiana – La stazione radiotelegrafica di Coltano - Pisa” con relatori i professori Roberto Spisni e Filippo Giannetti (sul tema "Gemelli marconiani . In terra ed in mare") l'ammiraglio Lucio Matiussi (Gugliemo Marconi ,la Regia Marina ed altro. Avveniva a Livorno nel 1916) e Andrea Serfogli, assessore del Comune di Pisa (Progetto di recupero della Stazione radiotelegrafica di Coltano). L'incontro si svolgerà nel quadro della manifestazione "Conoscere il mare" che - dalla mattina del 2 a tutto il 3 settembre - offre una magnifica occasione per avvicinare la passione per il mare di cui l'associazione Lega Navale da 120 anni è parte attiva.

Per chi credesse il Rovenska/Elettra fosse un pezzo unico, la ricerca di Filippo Giannetti presso gli archivi dei cantieri Ramage & Ferguson Ltd. di Leith, presso Edimburgo ha messo in luce come la nave, varata il 27 marzo 1904 per conto di Carlo Stefano d'Austria, con il nome di Rovenska, avesse avuto 4 sorelle, prodotte fra il 1904 ed il 1907 più una nel 1897. Diverse per dimensioni ma simili per forma e navigazione, con motori altrettanto simili. La ricerca - ci ha detto Filippo Giannetti - è stata complicata dal fatto che, oltre ad essere trascorsi più di 100 anni dalla loro costruzione, molte navi hanno cambiato più volte proprietario e nome. Inoltre, ci sono state in mezzo ben due guerre mondiali, e quasi tutte le navi in oggetto sono state o acquistate o requisite dalle marine militari. Inevitabilmente,
molte di loro sono anche andate distrutte durante gli eventi bellici (come successo alla Elettra) e tutte sono state smantellate dopo la guerra.
Solo di una, affondata nel 1911 in uno dei grandi laghi nordamericani, si conosce il relitto che giace, pressochè integro, a 80 metri di profondità ed è un'attrazione per sommozzatori amatoriali.
Il fascino marconiano è davvero ovunque.
1569 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Nessun commento

Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
Radio Capodistria
Rete Rossa:
Radio Alma (Brussellando)
Rete Azzurra:
RAI (Isoradio)
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Attualita' 12 gennaio 2019
Vittoria Mignone, direttore del Centro Ricerche, Innovazione Tecnologica e Sperimentazione della Rai, ci illustra le attivita' del centro stesso.

Attualita' 5 gennaio 2019
Antonio Arcidiacono, direttore per le tecnologie e l'innovazione dell'EBU, ci spiega la sua visione del rapporto tra tecnologie e società.

Attualita' 29 dicembre 2018
Lidia Gattini ci spiega le attivita' di NetLit Srl, che riguardano anche le onde medie italiane.

Attualita' 22 dicembre 2018
Intervista al direttore dell'Ufficio Radiocomunicazioni dell'UIT, François Rancy, alla vigilia della scadenza del suo mandato.

On line

1 utente registrato e 103 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.