Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

Media vaticani: alla fine resterà solo un portale internet?

Di LC, 04 Set 2017 - 15:46 (Ultima modifica: 04 Set 2017)

Altri gruppi

Le strategie comunicative della Santa Sede al centro dello studio presentato questo lunedì 4 settembre alla Università Luiss di Roma. Mons. Viganò: "l’attuale ricerca che stiamo presentando oggi assume così una serie di attori, dal New York Times alla Casa Bianca, citandone solo alcuni, con i quali noi condividiamo non solo un grande investimento innovativo sotto il profilo tecnologico, ma anche l’integrazione di un sistema di comunicazione”. Ma - conclude - "tutto sarà più chiaro con il varo del nuovo portale unico". Un commento di Italradio.
E' conscio mons. Viganò, prefetto della Segreteria per le comunicazioni, che la riforma dei media vaticani da lui presentata citando “spesso il modello Disney, suscitando ovviamente, e anche sorprendentemente allo sguardo di chi conosce le questioni metodologiche della conoscenza, qualche ilarità” ma si dice certo di essere sulla buona strada perché "la strada dell’analisi puntigliosa, sia sotto il profilo amministrativo che in quello editoriale, nella fase di avvio della riforma, è corretta".
I professori Simona Romani e Paolo Peverini hanno rivelato (riferisce l'Agenzia SIR) che “il risultato principale dello studio consiste nel riconoscere che le forme efficaci e più innovative di convergenza mediale, seppure si fondino su forme di innovazione tecnologica, sicuramente richiedono il superamento di una visione tecnocentrica dei media” perché "l’innovazione tecnologica non deve essere un fine, bensì deve essere riconosciuta come un mezzo per raggiungere l’integrazione della comunicazione”.
Alla presentazione dello studio l'Agenzia SIR ha dedicato diverse notizie:
https://agensir.it/quotidiano/2017/9/4/media-vaticani-romani-e-peverini-luiss-linnovazione-tecnologica-non-e-un-fine-ma-un-mezzo-per-lintegrazione-della-comunicazione/
che abbiamo rilanciato sul nostro profilo Twitter @italradio
In un primo commento - in parte anticipato dal notiziario audio settimanale di ieri sera - Italradio osserva che da alcuni anni è in atto un progressivo smantellamento di modalità di trasmissione (eliminate le onde medie, limitate le onde corte) mentre vengono tagliati numerosi programmi senza proporne di nuovi. La sensazione di essere di fronte al definitivo smantellamento di quella che fu la Radio Vaticana nasce da alcune considerazioni che speriamo possano essere smentite dai fatti.
La prima è che per l'ennesima volta l'impoverimento dell'offerta informativa e formativa è stata spacciata per un rinnovamento dei programmi. La riduzione dei notiziari annunciata in vista del nuovo palinsesto, a conti fatti, pare essa stessa la vera novità.
La seconda è che ancora una volta il parere degli esperti sembra prevalere sulle esigenze degli ascoltatori, tanto che come ormai abitudine della segreteria della comunicazione, nessuna comunicazione ufficiale è stata rilasciata al pubblico che deve scoprire le novità solo a cose fatte.
La terza è che con questo tipo di programmi non è chiaro come si possa perseguire la strada della ritrasmissione su stazioni private, in quanto la durata di molti spazi non pare adatta ad essere inserita in altri palinsesti. Verrebbe così disatteso anche l'obiettivo di puntare alla diffusione dei programmi vaticani mediante radio in FM locali.
Per creare una fonte di informazioni autorevole e apprezzata da credenti e no c'erano voluti oltre ottant'anni di lavoro paziente, umile, attento ai destinatari dei messaggi diffusi ogni giorno, ad ogni ora. Sono bastati pochi anni per dissipare per sempre questo patrimonio. Non sappiamo quale contributo possano dare ricerche come quella presentata oggi ma temiamo che nulla potrà fare per riparare a quanto finora accaduto.
232 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Commenti

Aggiungi un nuovo commento
  1. Mons. Viganò sempre in primo piano
    Non so sia per il ruolo che ricopre ma perché le dichiarazioni sul futuro della Radio Vaticana sono pronunciate praticamente solo da lui?
Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
RAI (Radio 3)
Rete Rossa:
Radio Cina Internazionale
Rete Azzurra:
RAI (Isoradio)
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Notiziario Italradio 24 settembre 2017
Italradio annuncia la data del prossimo Forum; la Radio Vaticana cessa la produzione della Messa domenicale in italiano; difficoltà tecniche nell'aggiornamento del nostro sito podcast; il francobollo del Bangladesh per la Giornata Mondiale delle Telecomunicazioni.

Notiziario Italradio 17 settembre 2017
In corso il rinnovamento della RAE; WRMI verso il ripristino del servizio; RadioUno in radiovisione; la riforma della comunicazione messicana ricordata da un francobollo;

Notiziario Italradio 10 settembre 2017
Uragano Irma: apprensione per Radio Miami International; Florida, nei rifugi con le radio; i programmi di ItalWebRadio su RadioMagazine; a Sasso Marconi nuovo annullo per l'inventore della radio.

Attualita' 9 settembre 2017
Il nuovo palinsesto di Radio Vaticana Italia.

On line

0 utenti registrati e 74 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.