Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

Dal 2020 anche il DAB+ negli apparecchi radio in Italia

Di LC, 25 Nov 2017 - 15:20 (Ultima modifica: 24 Dic 2017)

Trasmissioni

Con un emendamento all'art.89 della legge di stabilità, attualmente in discussione al Senato, il Governo italiano propone che "a partire dal 1º gennaio 2020 gli apparecchi atti alla ricezione della radiodiffusione sonora venduti ai consumatori nel territorio nazionale integrano almeno un’interfaccia che consenta all’utente di ricevere i servizi della radio digitale". DAB+, FM ed AM continueranno a convivere.
Sebbene alcuni commentatori ne abbiano tratto una conclusione diversa, l'emendamento governativo, inserito nel complesso art. 89 (Uso efficiente dello spettro e transizione alla tecnologia 5G) non decreta il passaggio alla radio digitale ma la sua integrazione in tutti gli apparecchi radio venduti sul territorio nazionale, dal 1° gennaio 2019 all'ingrosso e dal 2020 per il dettaglio. La scelta è giustificata dalla volontà di favorire l’innovazione tecnologica inserendo negli apparecchi "almemo un'interfaccia" digitale.
La maggiore conseguenza, vedendo lo stato del mercato della radio attuale, è sulle automobili, il cui apparecchio radio sempre più è integrato con il DAB+ ma l'emendamento non affronta né un'eventuale "switch off" dell'FM sulla quale il settore, pubblico e privato, hanno investito miliardi né il nodo dell'infrastruttura. Il servizio pubblico è ben lungi dal completare la rete DAB+ da cui intere regioni (la Toscana, ad esempio) sono escluse mentre le problematiche legate al coordinamento con i Paesi vicini impediscono nuove accensioni in alcune zone costiere.
Il testo dell'emendamento 89.1000 al DDL 2960 è su:
http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Emendc&leg=17&id=1057723&idoggetto=1059084
Interessante anche la lettura della relazione al DDL 2960 dove sono spiegate, all'art. 89, le complesse vicende del 5G, la liberazione e assegnazione di canali televisivi. Nulla si legge circa la radio.
2963 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Commenti

Aggiungi un nuovo commento
  1. Che sollievo leggere questa notizia
    Molti siti parlano di uno switch off totale ma io credo a voi: continuate cosí!!
Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
RSI (Rete1)
Rete Rossa:
RAI (Radio Classica)
Rete Azzurra:
Radio Cina Internazionale
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Notiziario Italradio 16 marzo 2019
Il nuovo programma "Buongiorno Italia" a Christchurh; "Tra poco in edicola" si apre alle radio italofone; prime indicazioni sulle prossime schede di trasmissione estive; il segretario generale dell'UIT in visita a San Marino.

Notiziario Italradio 9 marzo 2019
E' scomparso Giovanni Sergi; accordo di collaborazione tra Rai e Radio Romania; nuove tecnologie per migliorare l'efficienza delle trasmissioni in AM; da San Marino la prima moneta sul 5G.

Notiziario Italradio 2 marzo 2019
In crescita i ricevitori DAB in Italia; dal 4 marzo su Radio Techete' torna la "Radio per le Scuole"; il centro trasmittente di Meyerton verso la chiusura; dalla Yle una riflessione sul futuro dei servizi pubblici radiotelevisivi.

Notiziario Italradio 23 febbraio 2019
Il punto sulle onde medie in Italia; nuovo concorso di Radio Romania Internazionale; la Radio cinese punta sul DRM; lo scienziato russo Termen ricordato da una busta postale.

On line

0 utenti registrati e 64 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.