Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

E' vero: l'onda media fa bene anche a internet

Di LC, 26 Dic 2017 - 20:38 (Ultima modifica: 27 Dic 2017)

Rassegna stampa

Tra i 4 motivi che hanno determinato la scelta della localizzazione di uno dei più importanti data center d'Italia "c'è la vicinanza alla stazione della Rai per la trasmissione a onde medie di Siziano" che "in caso di calamità naturale rimane ancora uno dei mezzi di trasmissione più efficienti". Lo scrive DDay.it descrivendo il centro lombardo e i suoi dati tecnici. Le onde medie fanno bene a internet.
La visita a Supernap, uno degli ultimi data center aperti in Italia, raccontata da DDay.it
http://www.dday.it/redazione/24879/cosa-ce-dietro-libero-mail-il-nostro-reportage-dal-nuovo-datacenter-di-supernap
contiene numerosi dati tecnici di grande rilievo che mettono in contatto la radiofonia con il mondo di internet, non escludendo l'una dall'altra ma anzi facendone comprendere la complementarietà, uno dei temi più cari a Italradio che fin dall'VIII Forum (Firenze 2009) ha dedicato una forte attenzione alla radiofoni e alle situazioni di emergenza.
Garantire la gestione delle complesse attività di internet richiede in primo luogo sicurezza. Per questo, segnala DDay.it, "l'area dove sorge il data center è stata scelta attentamente in base a 4 motivi fontamentali: Siziano si trova in una zona a rischio sismico più basso (Livello 4), ma con 100 pali di acciaio che arrivano a 15 metri sotto terra, non teme nessun tipo di evento sismico o atmosferico. Il secondo è relativo alla vicinanza all'aeroporto di Linate, il che pone l'area di Supernap nella no-fly zone. Un vantaggio a cui pochi altri data-center nel mondo possono ambire. Poi c'è la vicinanza alla stazione della Rai per la trasmissione a onde medie di Siziano. Sembrerà anacronistico, ma in caso di calamità naturale rimane ancora uno dei mezzi di trasmissione più efficienti (a patto di avere energia, ovvio)".
E di energia il datacenter sembra averne bisogno, dato che si parla di 40 megawatt di potenza assorbita e di "6.000 batterie per gestire i down della corrente elettrica e i generatori a gasolio per gestire i blackout totali".
Un confronto interessante con le credenze che internet, a differenza della radio, che ne consuma molto meno, non abbia bisogno di energia. Nella realtà l'energia è la fonte necessaria per ogni attività umana. A poca distanza dai siti del datacenter e della radio in onda media (900 kHz) c'è il Naviglio. Leonardo da Vinci ne sfruttò tutte le possibilità per la navigazione con le sue meravigliose macchine e ancora oggi gli studiosi si domandano cosa avrebbe potuto fare se avesse avuto l'elettricità e il motore. Noi l'abbiamo. E' solo questione di saper usare le tecnologie, senza pregiudizi, come pare abbiano fatto al datacenter.
540 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Ultime notizie riguardanti Attualità & Rassegna stampa & Primo piano

Nessun commento

Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
Radio Vaticana (Radiogiornale della sera)
Rete Rossa:
I.R.R.S. (La Buona Novella)
Rete Azzurra:
RAI (Isoradio)
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Notiziario Italradio 21 gennaio 2018
Ancora incertezza sull'onda corta della Radio Argentina al Mundo; uno studio su Radio Londra e l'onda media e corta; Radio Capodistria vista dalla stampa; nuova serie di francobolli australiana sulla TV.

Notiziario Italradio 14 gennaio 2018
Secondo l'ISTAT diminuisce il numero di ascoltatori in Italia; la stazione marconiana di Coltano in gestione al Comune di Pisa; nuova frequenza per la Radio Argentina al Mundo; cartolina postale polacca su radio Katowize.

Radiodentello 7 gennaio 2018
Le 25 emissioni di francobolli (più una busta postale) del 2017 con riferimento alla radio, alla televisione e alle radiocomunicazioni.

Pagine di storia 31 dicembre 2017
Ricordi sonori della Radio Vaticana - seconda puntata

On line

1 utente registrato e 80 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.