Programmi: Concetta Corselli si racconta a Radio Cairo

Di LC, 03 Feb 2018 - 14:04

Trasmissioni [1]

Immagine 0 per Concetta Corselli si racconta a Radio Cairo
"La mia voce è nuovamente risuonata attraverso i microfoni di Radio Cairo", annuncia su facebook Concetta Corselli, che - dopo 10 anni - ha provato una grande emozione, quando, tornata in Egitto per un breve soggiorno ha potuto leggere nel programma italiano alcuni brani del suo libro "Memorie di una radiodipendente", promosso da Italradio. Le letture continuano il martedì su Radio Cairo in italiano.
"In questi giorni sto rivivendo l'entusiasmo ed il coinvolgimento provati in occasione della registrazione di brani del mio libro a Radio Cairo, dove sono stata accolta come una regina da ex colleghi e tecnici del suono. Sono andate infatti in onda due puntate tratte dalle "Memorie di una radiodipendente" nella Posta degli ascoltatori del martedì alle h.19,05 italiane e continueranno ad essere trasmesse tutte quelle che ho registrato". Così sulla pagina facebook del suo libro completa l'informazione Concetta Corselli. Ascoltatori riferiscono di aver sentito il programma che purtroppo condivide il problema della diffusione in onde corte di Radio Cairo in italiano (9540 kHz, dalle 19 alle 20 ogni sera ora italiana). Che il libro aiuti?
Nella foto (dal profilo facebook del libro @memorieradiodipendente) la vista sul Nilo dalla sede della radio egiziana.

Ultime notizie riguardanti Programmi & Trasmissioni & Primo piano

Commenti

Aggiungi un nuovo commento [7]
  1. Concetta Corselli, la voce di Radio Cairo
    E' scritto con il cuore il libro di Concetta Corselli: un bel salto indietro nel tempo per chi ha avuto la possibilità di seguire con regolarità le trasmissioni di Radio Cairo in una irripetibile stagione di radioascolto che raggiunse il suo clou negli anni 90.
    Concetta tratteggia, evidenziandone con ironia anche i tic, le figure dei colleghi e delle colleghe che con lei si alternavano ogni sera ai microfoni dello studio 11 allora utilizzato per la trasmissione del programma italiano.
    Nomi familiari come familiari erano le voci che le pagine scritte fanno tornare alla memoria mentre piacevoli foto ne restituiscono anche i volti. Numerosi e affettuosi, poi, i riferimenti agli ascoltatori più assidui che in quegli anni si davano convegno settimanale nel "salotto delle quattro chiacchiere", come Concetta aveva ribattezzato gli appuntamenti con le rubriche dedicate alla corrispondenza.
    La descrizione dei luoghi, primo fra tutti l'iconico palazzo della Radio affacciato sul Nilo, gli aneddoti relativi alla complicata macchina della produzione giornaliera (come dimenticare Giufà o Le Mille e una Notte, "megaproduzioni" che impegnarono molti degli speaker del programma italiano), sono le parti di un bel quadro che si completa, come un diario della memoria, anche con i ricordi delle esperienze più strettamente personali e familiari di Concetta, redattrice, annunciatrice, più semplicemente amica di noi ascoltatori.
Aggiungi un nuovo commento
Links
  1. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=view&prop=Topic&cat=10023
  2. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=display&sid=4173
  3. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=display&sid=4169
  4. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=display&sid=4167
  5. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=display&sid=4163
  6. http://portale.italradio.org/index.php?module=News&func=display&sid=4162
  7. http://portale.italradio.org/#commentform_News_4023