Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

Voto in Svizzera: il canone Radio-TV resta

Di LC, 04 Mar 2018 - 14:32

Immagine 0 per Voto in Svizzera: il canone Radio-TV resta
Superata la metà più uno dei cantoni contrari alla sua abolizione, il referendum tenutosi questa domenica 4 marzo 2018 in Svizzera conferma il canone radio-tv. Per la prima volta nel mondo l'elettorato si è espresso sul tema che - nel senso della proposta "NO-Billag", dal nome della società che lo riscuote - avrebbe scritto nella Costituzione elvetica il divieto di finanziamenti pubblici ai media. Forte maggioranza contro l'abolizione.
La Radio Svizzera Italiana ha confermato pochi minuti prima delle 14 che l'iniziativa era stata respinta annunciando che "la maggioranza dei cantoni ha infatti bocciato l'abolizione del canone radiotelevisivo. Trattandosi di una modifica costituzionale era necessaria la maggioranza di popolazione e cantoni".
Il voto si attesterebbe su un sonoro 70% di no con una partecipazione superiore al 60% degli elettori.
Nella Svizzera Italiana i no sono stati il 65,5% in Ticino e il 77,2% nei Grigioni.
Il sistema di finanziamento di radio e tv in Svizzera si basa su un complesso meccanismo di compensazione a favore delle minoranze (francofona, italofona e romancia) per garantire servizi pubblici in tutte e quattro le lingue nazionali oltre ad una quota assegnata a una trentina di emittenti private radio e tv (cfr. grafico). L'importo riscosso dalla Billag (la società il cui nome era citato nell'iniziativa di referendum) è di circa 400 euro l'anno. Una riduzione a ca. 300 è prevista.
Va infine ricordato che un tale referendum - avendo contenuto fiscale - non può essere proposto in Italia per effetto del divieto espresso del secondo comma dell'art. 75 della Costituzione ("non è ammesso il referendum per le leggi tributarie ..."). Resta quindi un caso unico nell'ambiente italofono e una conferma della significativa importanza dei servizi pubblici radio-tv in una importante nazione europea.
1400 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Nessun commento

Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
Radio Capodistria
Rete Rossa:
Radio Alma (Brussellando)
Rete Azzurra:
RAI (Isoradio)
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Attualita' 12 gennaio 2019
Vittoria Mignone, direttore del Centro Ricerche, Innovazione Tecnologica e Sperimentazione della Rai, ci illustra le attivita' del centro stesso.

Attualita' 5 gennaio 2019
Antonio Arcidiacono, direttore per le tecnologie e l'innovazione dell'EBU, ci spiega la sua visione del rapporto tra tecnologie e società.

Attualita' 29 dicembre 2018
Lidia Gattini ci spiega le attivita' di NetLit Srl, che riguardano anche le onde medie italiane.

Attualita' 22 dicembre 2018
Intervista al direttore dell'Ufficio Radiocomunicazioni dell'UIT, François Rancy, alla vigilia della scadenza del suo mandato.

On line

1 utente registrato e 97 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.