Portale Italradio
Notizie e attualità sulle radio e televisioni in italiano nel mondo
... perché c'è sempre una radio che trasmette in italiano:
Italiano English
Registrati o fai il login

Papa Francesco: anche nei media discernere i segni dei tempi

Di LC, 01 Mag 2018 - 16:00

Altri gruppi

Incontrando i giornalisti e i lavoratori del quotidiano cattolico italiano "Avvenire", che celebra quest'anno il proprio cinquantenario, il Santo Padre ha rivolto un pensiero alle profonde trasformazioni dei media, accennando anche a quelli della Santa Sede. Aggiornamento e discernimento, tra novità e mantenimenro del servizio. Il silenzio di San Giuseppe che "ci ricorda che tutto ha inizio dall’ascolto" contro la superficialità.
Nel suo discorso Papa Francesco ha sottolineato come " la cultura digitale vi ha chiesto una riorganizzazione del lavoro, insieme con una disponibilità ancora maggiore a collaborare tra voi e ad armonizzarvi con le altre testate che fanno capo alla Conferenza Episcopale Italiana: l’Agenzia Sir, Tv2000 e il Circuito radiofonico InBlu. Analogamente a quanto sta avvenendo nel settore comunicazione della Santa Sede, la convergenza e l’interattività consentite dalle piattaforme digitali devono favorire sinergie, integrazione e gestione unitaria. Questa trasformazione richiede percorsi formativi e aggiornamento, nella consapevolezza che l’attaccamento al passato potrebbe rivelarsi una tentazione perniciosa. Autentici servitori della tradizione sono coloro che, nel farne memoria, sanno discernere i segni dei tempi (cfr Gaudium et spes, 11) e aprire nuovi tratti di cammino".
Riprendendo quanto deto in occasione della Giornata delle Comunicazioni sociali del 2014, il Papa ha ribadito come «la velocità dell’informazione supera la nostra capacità di riflessione e di giudizio e non permette un’espressione di sé misurata e corretta» ed "anche come Chiesa siamo esposti all’impatto e all’influenza di una cultura della fretta e della superficialità: più che l’esperienza, conta ciò che è immediato, a portata di mano e può essere subito consumato; più che il confronto e l’approfondimento, si rischia di esporsi alla pastorale dell’applauso, a un livellamento del pensiero, a un disorientamento diffuso di opinioni che non si incontrano".
Il testo del discorso è su:
http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2018/05/01/0313/00674.html
Un commento a caldo del direttore di Avvenire M. Tarquinio:
https://www.vaticannews.va/it/chiesa/news/2018-05/tarquinio-avvenire-papa-udienza.html
450 letture, Stampa [P] | PDF PDF



Copyright © by Osservatorio Radiofonia Internazionale in Lingua Italiana - All rights reserved
Riproduzione vietata salvo quanto indicato nelle Condizioni d'uso o autorizzazione.

 

Nessun commento

Aggiungi un nuovo commento

In onda sulla RMV

Rete Bianca:
Radio Capodistria
Rete Rossa:
Pars Today (Prog. del mattino)
Rete Azzurra:
RAI (Isoradio)
Rete Verde:
Italradio (Prove tecniche)

ItalWebRadio

Attualita' 12 agosto 2018
Leggiamo insieme altri brani dell'introduzione del saggio "La radio tra convergenza e multimedialità - Riflessioni contro il pensiero radiophonically correct".

Attualita' 5 agosto 2018
Leggiamo insieme qualche brano dell'introduzione dal libro "La radio tra convergenza e multimedialità' - Riflessioni contro il pensiero radiophonically correct" (1.a parte)

Attualita' 29 luglio 2018
I dati di ascolto radio italiani del primo semestre 2018 diffusi dal TER mostrerebbero un calo di ascolti nel giorno medio di un milione di utenti. Esaminiamo i dati di Radio Vaticana Italia rispetto a quelli di alcune emittenti diocesane e del Circuito InBlu.

Notiziario Italradio 22 luglio 2018
Le onde corte vaticane resteranno per i Paesi che ne hanno bisogno; nuovi problemi sulle onde medie italofone; successo per i test in DRM+ nel Sudafrica; i radioamatori indonesiani ricordati da una serie di francobolli.

On line

0 utenti registrati e 91 utenti anonimi online.

Sei un visitatore anonimo. Ti puoi registrare qui.